Crea sito

ArteCreativa: Come fare le Candele

Mentre l’interesse per le candele sembra essere piu comune tra le donne rispetto agli uomini nella nostra epoca moderna, la produzione di candele in sé è un’abilità piuttosto maschile che risale a migliaia di anni fa. Soprattutto in epoca medievale, il commercio di lampadari (fabbricazione di candele) era di vitale importanza per regni e villaggi. La luce era ovviamente una necessità, e quella luce proveniva da candele di cera o di sego (grasso animale). Aziende, case, parrocchie, ecc. Facevano affidamento sui galleristi, rendendola una professione piuttosto redditizia per l’artigiano medievale.
Oggi, mentre le candele non sono una necessità pratica, possono aggiungere un ambiente maschile o romantico (a seconda di quello che stai andando) a qualsiasi stanza. Sono stato io stesso un utilizzatore di candele per molti anni, godendo della fiamma costante, ma tremolante sulla mia scrivania, insieme ai profumi di bourbon e zucchero di canna, sandalo, crema pasticcera e altro ancora. Le candele possono essere davvero molto meditative e stimolanti.

Mentre sono disponibili diversi tipi di candele, ci concentreremo sulle candele per contenitori. Piuttosto che cera autoportante, queste sono le candele che si trovano alloggiate in barattoli o altri contenitori (da cui il nome). Questi sono i più semplici da realizzare, poiché non richiedono stampi o altri strumenti specializzati. Semplicemente trovi una vecchia tazza, o compri alcuni barattoli di muratore a buon mercato, e sei pronto.
Per iniziare a fare le candele, avrai bisogno di alcuni accessori e strumenti. Il costo di avvio è ancora relativamente basso, e una volta che hai i tuoi rifornimenti sul posto, sarai in grado di creare numerose candele poco costose.

Cera. Questo è ovviamente il cuore della candela. Ci sono tre tipi principali tra cui scegliere nel mondo delle candele. Diamo una rapida occhiata a ciascuno:

Paraffina. La cera tradizionale utilizzata nella produzione di candele per centinaia di anni, ed è ancora oggi l’ingrediente più popolare per le candele sugli scaffali. È economico e puoi aggiungere facilmente colori e profumi. La preoccupazione principale della paraffina è la sua natura potenzialmente tossica. La paraffina è un sottoprodotto del petrolio, che gli dà automaticamente un cattivo nome per alcune persone. Se i prodotti naturali sono la tua passione, probabilmente è meglio cercare una cera alternativa. Prezzo: €2/10 per Kg.
Soia. Il nuovo arrivato sul blocco, e diventando sempre più popolare. È stato creato negli anni ’90 quando il movimento “naturale” ha iniziato a guadagnare vapore. Generalmente è fatto con olio di soia, ma a volte si fonde con paraffina e altre cere (palma, api, ecc.). Accetta anche facilmente colori e profumi. Prezzo: €2/10 per Kg.
Cera d’api. Il più antico ingrediente per la fabbricazione di candele; infatti, le candele di cera d’api sono state trovate nelle grandi piramidi d’Egitto. Come suggerisce il nome, è prodotto dalle api ed è un sottoprodotto del processo di produzione del miele. Per questo motivo ha un colore naturalmente dorato e un profumo delicato e dolce. È ovviamente un prodotto completamente naturale, ma non sarà in grado di aggiungere altre fragranze ad esso in modo molto efficace; il profumo naturale interferirà con qualsiasi cosa tu cerchi di aggiungere artificialmente. È anche l’opzione più costosa. Prezzo: €10 per Kg
La maggior parte delle cere che comprate per la produzione di candele arriveranno in granuli, rendendo molto più facile lavorare e molto più veloce da sciogliere. Se viene in un blocco (la mia paraffina ha fatto), usa un coltello affilato per tagliarlo in pezzi più piccoli.

Nei miei esperimenti, la cera d’api eseguiva la peggiore delle cere. Non ha bruciato bene come gli altri. E senza profumo (non riuscivo a percepire gran parte del presunto profumo naturale), in qualche modo sconfigge uno degli scopi di avere comunque una candela. Non ho notato troppa differenza tra la soia e le candele di paraffina; la preferenza dell’utente vince là fuori.

Stoppini: Lo stoppino sbagliato può rovinare la tua candela fatta in casa. La tua preoccupazione principale è la dimensione, che è davvero ampia. Per le candele contenitore che ti sto guidando, quasi sempre vorrai un grande stoppino (la maggior parte sono semplicemente di dimensioni “piccola”, “media” o “grande”). Poiché la tua candela ha probabilmente un diametro di pochi pollici, lo stoppino più grande è la strada da percorrere. La lunghezza dello stoppino non importa molto; probabilmente lo stai tagliando a prescindere da cosa.

Oli profumati. Senza profumo, hai solo la cera in fiamme. Mentre sembra bello, non crea l’aroma gradevole che le candele di oggi sono in gran parte fatte per. Ci sono migliaia di profumi tra cui scegliere che sono solo una ricerca su google. Ho usato candlecience.com per acquistare fragranze di candele appositamente formulate. Puoi usare gli olii essenziali, ma da quello che ho cercato, il prodotto finale non è così bello. Scegli tra i profumi maschili come Fireside (una miscela di chiodi di garofano, ambra e sandalo), mele e acero borbonico, abete rosso blu, rum burro, caffè, whisky e altro ancora.

Cottura a Bagno Maria: Puoi usare una vera doppia caldaia, se preferisci, ma ho optato per un modello universale che si trova semplicemente sopra qualsiasi piatto che hai già, e ha funzionato alla grande. Meglio di tutto, è economico e facilmente riponibile in un armadio. Questo è sicuramente un must per la fabbricazione di candele; sciogliere la cera direttamente sopra la fiamma in una pentola normale è troppo calda.

Contenitori: Tazze da caffè, bicchieri, vasi di muratori – tutto ciò che può resistere al calore può essere usato come un contenitore per una candela. Ho comprato dei barattoli da 8 once, e sono stati perfetti (anche economici!). Avere un coperchio li rende anche facili da trasportare / spedire, così puoi darli facilmente come regali.




Accessori: termometro, spatola, penna vecchia, ecc. Avere un termometro a portata di mano è bello in modo da poter prendere rapidamente la temperatura della cera. Quando si acquista la cera, in particolare alcuni che sono progettati per la fabbricazione di candele, viene fornito con le istruzioni su quale temperatura aggiungere fragranza, quando versare nel contenitore, ecc. Utilizzare una spatola o un cucchiaio per mescolare la cera e rompere pezzi più grandi. Più tardi, scoprirai perché vecchie penne / matite tornano utili. Mentre vai avanti, potresti anche trovare alcune piccole cose di cui hai bisogno; basta essere preparati per la cera per finire su tutto.

Nota: la maggior parte delle immagini sottostanti proviene dalla realizzazione della candela di cera d’api; il colore della cera rende più facile vedere ciò che accade nelle immagini piuttosto che la cera perfettamente chiara (fino a quando non si fissa e si indurisce, ovviamente) di paraffina e soia. Il processo è letteralmente esattamente lo stesso per tutti i tipi di cera.

Come preparare la tua candela contenitore

1. Preparare l’area di lavoro
Trattare con la cera è un affare piuttosto complicato. Soprattutto quando si scioglie, le gocce possono arrivare ovunque e dappertutto, e non lo saprai nemmeno fino a quando la cera non si asciuga. Installa giornali o tovaglioli di carta intorno all’area di lavoro. Usa quelli per impostare termometro, spatola, ecc. attenzione, probabilmente si attaccheranno un po ‘. Per fortuna, la cera non è così difficile da pulire (anche se può essere un po ‘laboriosa), e di solito si può raschiare via con un’unghia. Avere anche i vasi (o altri contenitori) e gli stoppini pronti; una volta che si avvia, il processo diventa un po ‘più veloce di quanto potreste inizialmente aspettarvi.

2. Sciogliere la cera

Bagno maria
Sciogli la cera a bagno maria. Metti una buona quantità d’acqua nella padella inferiore, metti circa mezzo chilo di cera nella doppia caldaia (questo fa la quantità perfetta per adattarsi a un barattolo da 8 once), e guarda che si sciolga. In realtà è piuttosto divertente da guardare. Mescola e spezza pezzi grandi con la spatola. Ci vogliono solo 10-15 minuti perché la cera si sciolga. Assicurati di tenere d’occhio la temperatura; vuoi che sia in genere tra 160 e 170 gradi. Se diventa più alto, toglilo dal fuoco.

3. Attaccare lo stoppino al contenitore

stoppino
Mentre la cera si sta sciogliendo, far aderire lo stoppino al contenitore. Alcuni stoppini hanno un piccolo adesivo incorporato sul fondo, ma la maggior parte no. La super colla è una delle opzioni, ma in realtà ho usato un vecchio trucco per le candele con un grande successo: mentre la cera inizia a sciogliersi, si formerà una pozza di liquido. Immergere la linguetta metallica dello stoppino in quella cera fusa, quindi incollarla rapidamente sul fondo del contenitore, centrandola naturalmente. Dopo solo un paio di minuti quando la cera si indurisce, sarà incollata al fondo.

4. Aggiungere oli profumati e mescolare

Flagranza
Dopo che la cera è completamente sciolta, aggiungi gli oli profumati desiderati. Ogni cera è diversa e richiede quantità diverse per libbra di cera, quindi segui le istruzioni fornite con esso se hai acquistato la cera per candele in modo specifico. Se hai comprato un blocco di cera che non è necessariamente solo per le candele, una scommessa sicura sarebbe di 1 oz per libbra di cera. Versa la fragranza nella tua doppia caldaia e mescola per circa 30 secondi per assicurarti che sia uniformemente distribuita.

5. Raffreddare e versare nel contenitore

Versare la cera nel contenitore
Dopo aver aggiunto l’olio profumato, lascialo raffreddare per un paio di minuti. La temperatura ottimale per versare la cera nel contenitore è di circa 130-140 gradi; è meglio così che se versato più caldo. Questo non richiede molto tempo – solo pochi minuti – quindi fai attenzione al tuo termometro.

Una volta che la cera è adeguatamente raffreddata, andare avanti e versarla nel contenitore. Tieni una leggera presa sullo stoppino in modo che rimanga al centro; non tirare troppo forte o l’adesione al fondo potrebbe essere rilasciata. Dal momento che stai versando la cera calda che potrebbe sciogliere la cera che hai usato per attaccare lo stoppino, ciò potrebbe accadere comunque. Se avessi dato alla cera abbastanza tempo per indurire – 5 minuti o giù di lì – non sembrava essere un problema per me.

Non versare ancora tutta la cera, però. Salvare alcuni nella vostra caldaia per dopo i set di versamento iniziale. Noterai che generalmente ottiene un bel pozzo nel centro. Torneremo su questo in pochi passi.

6.Ferma lo stoppino

Sostieni lo stoppino
Lo stoppino, attaccato al fondo, può in un primo momento oscillare nella cera liquida. Ovviamente vuoi assicurarti che rimanga bello e centrato mentre la cera si fissa e si indurisce. Avere uno stoppino decentrato significa che non brucerà correttamente, e non lo vuoi. Basta posizionare uno o due utensili da scrittura (quelli di cui non ti interessa molto) sopra il contenitore con lo stoppino in mezzo. Lo stoppino non ha bisogno di essere super sicuro – ha solo bisogno di rimanere sul posto per un paio d’ore.

8. Lascia raffreddare

Come accennato in precedenza, mentre le parure di cera, probabilmente formeranno un sinkhole nel mezzo. Dovrai lasciarlo raffreddare per almeno alcune ore; ci vuole così tanto tempo perché la cera si imposti completamente e tu possa vedere quanto deve essere riempito. Riscalda la cera che hai lasciato nella caldaia e completa la candela. Non aggiungere troppo o potresti finire con un altro buco; basta riempire la depressione, aggiungendo un tocco sopra quello che era già lì per una superficie liscia.

9. Taglia lo stoppino
Probabilmente avrai qualche centimetro di stoppino che spunta dalla tua candela. Ti consigliamo di tagliare fino a circa 1/4 “. Uno stoppino troppo lungo brucerà troppo. Il modo per saperlo è guardando la fiamma una volta accesa: se la fiamma è più alta di un centimetro o più, e lampeggia molto, è troppo lunga. Ritagliala e accendi di nuovo.
10. Pulisci

Probabilmente ti starai chiedendo come ripulire tutta quella cera. Anche facendo il meglio che puoi, non sarai in grado di ottenere ogni goccia nel contenitore. Ce ne saranno alcuni nella caldaia, sui tuoi strumenti, probabilmente sui tuoi controsoffitti, ecc. Il modo migliore per pulirlo è quello di pulire la cera con un tovagliolo di carta mentre è ancora in forma liquida. Non vuoi sciacquarlo nello scarico o mettere gli attrezzi in lavastoviglie; mentre la cera si scioglierà facilmente, può indurirsi di nuovo e intasare i tubi. Ecco perché un tovagliolo di carta o un altro straccio usa e getta è la strada da percorrere. Se la cera si indurisce prima che tu possa pulirla, per fortuna raschia via praticamente qualsiasi cosa, quindi non preoccuparti troppo.

11. Goditi la tua candela!