Crea sito

Contributo a fondo perduto per le attività nei centri storici

L’Art. 59 del DL Agosto 104/2020 eroga un contributo a fondo perduto per le attività nei centri storici turistici. IL BENEFICI RIGUARDA RISTORANTI, NEGOZI, SERVIZI DI TRASPORTO PUBBLICO NON DI LINEA (taxi, NCC).

Il tasso di presenza di turisti per i comune capoluogo di provincia, dovrà corrispondere ad almeno 3 volte a quello dei residenti nello stesso comune, per i comuni capoluogo di città metropolitana, in numero pari o superiore quello dei residenti del comune stesso. Un’altra caratteristica per beneficiare del contributo a fondo perduto è quella di aver registrato un calo del fatturato e dei corrispettivi in riferimento al giugno 2020 inferiore ai 2/3 del totale del fatturato nel 2019.

Le erogazioni sono sempre superiori a € 1000 per persone fisiche e € 2000 per soggetti diversi, entrambe con un tetto erogativo di € 150.000 e sono in rapporto al fatturato perduto con delle percentuali calcolate su di esso:

  • -15% per attività con ricavi non superiori a € 400.000;
  • -10% per attività con ricavi superiori dai € 400.000 a € 1.000.000;
  • -5% per attività con ricavi superiori a € 1.000.000.

I richiedenti dovranno presentare un’istanza telematica all’Agenzia delle Entrata, i contributi non sono cumulabili con il contributo dell’ Art.58 DL Agosto per le attività di ristorazione.